Lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa

Ernia del Disco (Lombare o Cervicale) - Terapie Conservative (Infiltrazioni o Manipolazioni)

Collo gonfio sul lato sinistro fa male e fortemente

Generalit LAnatomia umana: la scienza che studia la forma, larchitettura e la struttura del corpo umano. Essa divisa in varie branche:. Anatomia descrittiva sistematica: studia i lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa organi ed apparti umani dal punto di vista macroscopico e microscopico;.

Organogenesi: sinteressa dellulteriore sviluppo e perfezionamento delle forme umane. Anatomia topografica: sinteressa dei rapporti degli organi fra loro e delinea regioni dinteresse morfologico e chirurgico. Anatomia radiologica: studia lo scheletro osseo e cartilagineo e i vari organi dei diversi apparati. Anatomia antropologica: sinteressa delluomo mediante ricerche antropologiche e antropometriche.

Anatomia costituzionalistica: studia gli uomini dal punto di vista della loro costituzione e li distingue in normotipi, longitipi, brevitipi classificazione italiana o in ipermorfi, mesomorfi, isomorfi classificazione americana. Anatomia artistica: sinteressa principalmente delle forme esterne delluomo, come la muscolatura, la bellezza della specie umana, ecc.

Anatomia clinica: studia la forma, i volumi, i rapporti e la struttura dei vari organi ed apparati. Leggi fondamentali dellAnatomia Umana Lanatomia umana fonda i suoi principi su alcune leggi. La prima legge quella della Forma e dei volumi costanti degli organi: afferma che negli individui normali la forma e il volume degli organi devono essere costanti. Ipertrofia: aumento di forma e di volume di un organo senza aumento del numero delle sue cellule aumento solo volumetrico.

Ipotrofia: diminuzione di forma e di volume di un organo senza diminuzione del numero delle sue cellule diminuzione solo volumetrica. Iperplasia: aumento di forma e di volume di un organo legato ad un vero aumento del numero degli elementi cellulari che lo compongono aumento volumetrico e cellulare.

Ipoplasia: diminuzione di forma e di volume di un organo legato ad una vera diminuzione del numero degli elementi cellulari che lo compongono diminuzione volumetrica e cellulare. La seconda legge quella dei Rapporti costanti degli organi fra lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa e della loro disposizione in strati. La terza legge quella delle proporzioni e cio dei Rapporti tra le parti di un organismo in relazione allet, al sesso, alle caratteristiche etniche.

Su questa legge basata lAnatomia costituzionalistica. Loggia: spazio connettivale delimitato da formazioni fasciali ed eventualmente da piani ossei. Piani del corpo umano e concetti di terminologia anatomica Il corpo umano pu essere diviso secondo i diversi piani dello spazio. Un piano sagittale, antero-posteriore, tracciato fra la met della fronte in avanti e la colonna vertebrale indietrodivide il corpo umano in due met uguali e simmetriche antimeriantimero destro e antimero sinistro.

Un piano trasversale, tracciato orizzontalmente, divide il corpo umano in una met superiore e in una met inferiore. Possiamo tracciare numerosi piani trasversali e dividere il corpo in tanti segmenti metameri. Un piano frontale, che divide il corpo umano in una met anteriore ed in una met posteriore ventrale e dorsale. Simmetria bilaterale: piano sagittale che divide il corpo umano in due met uguali e simmetriche; Simmetria metamerica: relativa a piani orizzontali, che dividono il corpo di un essere vivente in strutture metameri uguali fra loro; Simmetria raggiata: tipica delle stelle di mare; Mediano: ci che cade precisamente sul piano della simmetria bilaterale lo sterno e le vertebre ; Paramediano: formazione od organo che si trova nelle immediate vicinanze del piano di simmetria bilaterale le costole, i polmoni, i reni, ecc.

Le ossa sono costituite da un particolare tipo di tessuto connettivo ben differenziato, il tessuto osseo, costituito da: cellule osteocitifibre collagene, sostanza intercellulare in parte organica, in parte inorganica. Le cellule ossee sono elementi di forma fusata dotate di molti prolungamenti che si mettono in contatto fra loro e servono a favorire gli scambi nutritivi fra le cellule.

Le fibre collagene sono piene di sali minerali e, unendosi fra loro, compongono lamine che si soprappongono in maniera concentrica in modo da formare piccole colonnette ossee denominate osteomi, sistemi lamellari concentrici o sistemi haversiani. Tra le varie lamelle concentriche si dispongono gli osteociti, raccolti ciascuno in una propria lacuna ossea, denominata osteoplasta. Tra gli osteomi sinterpongono sistemi di lamelle non concentriche che valgono a costituire il sistema interstiziale o breccia ossea.

Lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa ossa, costituite da insiemi di sistemi haversiani e da sistemi interstiziali regolarmente ordinati secondo un piano, sono definite ossa compatte lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa o dialisi delle ossa lunghe ed i tavolati delle ossa piatte e brevi.

Se invece questi sistemi non mostrano regolarit, ma sintrecciano tra loro, losso detto spugnoso architettura delle estremit prossimali e distali delle ossa lunghe e la parte centrale delle ossa piatte o brevi. Allestremit delle ossa che si articolano tra loro esiste un rivestimento di tessuto cartilagineo, che costituisce la cartilagine articolare o dincrostazione.

Morfologia delle ossa Le ossa si distinguono in ossa lunghe, ossa larghe o piatte e ossa brevi o corte in rapporto alle variazioni dei loro tre diametri lunghezza, larghezza, spessore. Ossa lunghe: nelle quali il diametro di lunghezza prevale su quelli di larghezza e di spessore omero, femore. Ossa larghe: i diametri di lunghezza e di larghezza si equivalgono prevalendo su quelli di spessore volta del cranio: parietale, frontale, occipitale. Ossa brevi o corte: i tre diametri sono pressoch uguali carpo e tarso.

Nelle ossa lunghe si distingue una parte centrale detta corpo o diafisi, e due estremit o epifisi. La diafisi cava lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa perch percorsa da un canale diafisario che nel fresco contiene il midollo osseo, tessuto specializzato per la formazione delle cellule del sangue midollo ematopoietico.

Le ossa lunghe prive di canale diafisario sono denominate ossa allungate clavicola, ossa metacarpali, metatarsali. Tavolato interno e tavolato esterno: tessuto osseo compatto che forma le superfici delle ossa piatte. Tra i due tavolati sinterpone del tessuto spugnoso, detto diploe. Ossa sesamoidi: piccole ossa che si sviluppano nello spessore di tendini di muscoli e la rotula.

Ossa wormiane: piccole aree ossee distinte che si sviluppano fra le strutture delle ossa della volta del cranio, specialmente fra la zona occipitale e i due parietali. Allesterno delle ossa si dispone una membrana molto compatta denominata periostio, costituita da tessuto connettivo compatto riccamente vascolarizzato e innervato. Essa possiede una notevole quantit di piccole cellule ossee lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa ad evolversi continuamente per i rimaneggiamenti ossei, che avvengono durante la vita, e principalmente per riparare eventuali perdite di tessuto osseo, come avviene nel caso di fratture.

Lossificazione Le ossa, nel corso del loro sviluppo, possono formarsi da precedenti tracce di tessuto cartilagineo e in questo caso sono dette ossa dossificazione encondrale o. Nellossificazione membranosa particolari cellule meschimali, gli osteoblasti, evolvono direttamente in cellule mature.

Il fenomeno dellossificazione caratterizzato da uninvasione di vasi sanguigni nella zona dove sono presenti tracce di tessuto osseo. Con i vasi sanguigni giungono nella zona le cellule ossee primitive che evolvono poi in osteociti. Nellossificazione encondrale linvasione dei vasi sanguigni avviene o dal pericondrio, e si ha allora lossificazione periferica o pericondrale, o dallinterno delle tracce di tessuto cartilagineo per opera dosteoblasti.

Lo scheletro assiale Lapparato scheletrico si compone di uno scheletro assiale tronco e di uno scheletro appendicolare arti superiori e inferiori. La colonna vertebrale La colonna vertebrale o rachide formata dalla sovrapposizione di segmenti ossei denominati vertebre.

Le vertebre, in numero divanno distinte, in rapporto alla regione che occupano, in vertebre cervicali, vertebre toraciche o dorsali, vertebre lombari, vertebre sacrali e vertebre coccige. Mentre le vertebre cervicali, le toraciche e le lombari sono sovrapposte, ma indipendenti luna dallaltra, le vertebre sacrali risultano nel soggetto adulto saldate fra loro costituendo losso sacro.

Le vertebre coccige o caudali risultano saldate fra loro e atrofiche nella specie umana. Caratteri generali delle vertebre Una vertebra tipo formata da un corpo e da un arco, legato al corpo mediante due peduncoli. Tra il corpo vertebrale e larco si delimita un foro foro vertebrale. Dalla sovrapposizione dei fori delle diverse vertebre si organizza un canale canale. Larco vertebrale legato al corpo mediante i peduncoli, dalla sovrapposizione dei quali si formano i fori intervertebrali che danno passaggio ai nervi spinali, colleganti il midollo lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa con la periferia.

Dallarco vertebrale si sollevano i vari processi. Dorsalmente, il processo spinoso; lateralmente, le due lamine, valgono a completare posteriormente il foro vertebrale; sui lati si dipartono i processi trasversali; superiormente e inferiormente ai peduncoli, si sviluppano i quattro processi o faccette articolari, due per lato, distinti in superiori e inferiori.

Caratteri specifici delle vertebre dei vari segmenti della colonna a Vertebre cervicali Nel segmento cervicale della colonna il corpo delle vertebre risulta molto pi piccolo, inoltre dalla sua periferia superiore si distaccano lateralmente due brevi processi. Il processo spinoso costituito da due radici, che fuse a livello dellarco, si separano dorsalmente in direzione obliqua verso il basso.

I processi trasversi sono costituiti da due radici distinte anteriore e posterioreche poi si ricongiungono lateralmente fra loro. I processi articolari, pianeggianti, sono disposti in modo che i superiori guardano indietro e leggermente verso lalto, e gli inferiori in basso e leggermente verso lavanti.

Le lamine sono basse e di forma rettangolare. La prima vertebra cervicale denominata Atlante, articolata in alto con losso occipitale. LAtlante si distingue dalle altre vertebre cervicali per i seguenti caratteri particolari:. La seconda vertebra cervicale denominata Epistrofeo o Asse e presenta i seguenti caratteri differenziali:.

La settima vertebra cervicale chiamata vertebra prominante, poich presenta un processo spinoso molto sviluppato, con caratteri simili a quelli delle vertebre toraciche o dorsali. Le vertebre lombari sono caratterizzate da un corpo voluminoso, a sezione cilindrica, molto pi sviluppato in senso trasversale che antero-posteriore. Nel sacro si distinguono una superficie anteriore, pi concava nel maschio rispetto al soggetto di sesso femminile. Il coccige costituito dai soli corpi delle vertebre coccigee o caudali, atrofiche nella specie umana.

Si compone di tre quattro vertebre, delle quali solo la prima conserva ancora qualche carattere che vale a farle riconoscere come tale. In basso il coccige termina bruscamente Curve della colonna vertebrale La colonna vertebrale mostra nel soggetto adulto una lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa di curve a concavit alterne, perci nel complesso, vista di profilo, ricorda la forma di una S italica.

Tali curve possono accentuarsi in particolari condizioni fisiologiche o addirittura modificarsi in situazioni patologiche. Curve di lordosi: quelle a convessit anteriore. Curve di cifosi: quelle a concavit anteriore e quindi convesse dorsalmente.

La colonna vertebrale presenta inoltre una leggera curva anche sul piano frontale. Tale curva denominata scoliosi. Le curve della colonna vertebrale possono accentuarsi in alcune condizioni.

Ad esempio la lordosi lombare si accentua nella donna in gravidanza, la cifosi dorsale si accentua nei soggetti di costituzione gracile, costretti per il lavoro a stare molte ore curvi in avanti. Una leggera cifosi si pu talora apprezzare in soggetti longilinei cresciuti troppo rapidamente. La gabbia toracica. La gabbia toracica costituita dorsalmente dai corpi delle dodici vertebre dorsali o toraciche, sui lati, dalle dodici paia di coste e, in avanti, dalle cartilagini costali, che a queste fanno seguito, e da un osso impari, lo sterno.

Lo sterno Lo sterno un osso piatto abbastanza allungato. E costituito da una parte superiore denominata manubrio, da una parte media, il corpo, e da unestremit inferiore, processo ensiforme o xifodeo. Non tutte le coste si articolano direttamente con lo sterno. Per questo motivo le coste vanno distinte in tre gruppi:.

Le coste sternali lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa quelle che si articolano direttamente, ciascuna con la propria cartilagine Le coste asternali sono costituite dalla VIII, IX e Lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa costa che si uniscono fra loro per mezzo delle estremit delle corrispondenti cartilagini.

Le ultime paia di coste sono dette libere o fluttuanti perch non si legano, n direttamente, n indirettamente lasse di rotazione nelle giunture tra le costole e vertebre attraversa sterno. Le coste. Le coste sono ossa nastriformi, sottili e allungate da dietro in avanti e dallalto verso il basso. Ciascuna di essa risulta costituita:. In ciascuna costa si distingue una faccia laterale, convessa, una faccia mediale, concava, un margine superiore, smusso e pianeggiante, e un margine inferiore, tagliente e scavato a doccia per accogliere i vasi arteriosi e venosi ed i nervi intercostali.

Lo scheletro appendicolare Scheletro della spalla Lo scheletro della spalla costituito da due ossa, la clavicola in avanti e la scapola indietro. La clavicola si articola medialmente con il manubrio dello sterno e lateralmente con lestremit acromiale del processo spinoso della scapola.