Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie

DYNAMIC-MRI - RACHIDE CERVICALE

Che tipo di articolazioni malattie osteocondrosi

Il cranio e la colonna vertebrale fanno parte dello scheletro assiale. La loro funzione, oltre che di sostegno, è soprattutto di protezione del Sistema Nervoso Centrale. Come per gli altri distretti, si rimanda coloro fossero interessati ad approfondire gli argomenti sui testi. Infatti, la valutazione radiografica del cranio è difficile, a causa della complessità delle strutture scheletriche e dei frequenti fenomeni di Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie e deformazione geometrica.

Si rimanda ai Materiali di studio per una descrizione dettagliata dei vari posizionamenti e delle relative proiezioni. Nella proiezione DV dello stesso soggetto si scopre che ambedue i rami sono fratturati freccia e punta di freccia. Le lesioni scheletriche possono essere valutate adottando gli stessi criteri descritti per le lesioni dello scheletro appendicolare fratture, osteolisi, osteproliferazione, ecc.

Nei casi dubbi, la certezza diagnostica è ottenibile solo attraverso esami citologici o istologici. In alcuni Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie ad es. In caso di turbinatopatie i segni radiografici eventualmente presenti sono:. Se si evidenzia lisi e interessamento sia delle cavità nasali sia dei seni frontali è più probabile si tratti di una neoplasia. Informazioni più utili, soprattutto Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie fine della terapia da adottare, sono quelle che fornisce sulle bolle timpaniche.

Opacizzazione della bolla timpanica sn freccia in un gatto per gentile concessione del Prof. Di Giancamillo. La mandibola è frequentemente interessata da lesioni traumatiche. I globi oculari, essendo costituiti da tessuti molli e da liquidi, si prestano allo studio ecografico. La simmetria del posizionamento, soprattutto il parallelismo tra il piano trasversale del paziente e quello del gantry sono cruciali per una corretta valutazione delle strutture pari, come ad esempio i ventricoli laterali.

Le dilatazioni definibili come idrocefalo sono, solitamente, associate a modificazioni della forma delle ossa del calvario che presentano la faccia interna senza le impronte delle circonvoluzioni encefaliche assenza delle scissure interlobari lissencefalia e con le fontanelle aperte.

I profili dei ventricoli possono testimoniare la presenza o meno di tensione: profili lisci — tensione; profili irregolari, corrugati — assenza di tensione. Meningoenecfalite granulomatosa: intensa impregnazione periventricolare punte di frecce. Quando disponibile, la RM si dimostra superiore alla TC grazie alla sua maggiore risoluzione di contrasto.

Il rachide è frequente sede di svariate patologie. Prevalgono i problemi derivanti dalle discopatie. Fondamentalmente, è necessario ottenere, nei limiti del possibile, un parallelismo tra rachide e piano sensibile. Per ottenere il parallelismo, si utilizzano cunei, selle o cuscini di materiale radiotrasparente. Nei soggetti con diametro corporeo superiore a 12 cm è necessaria la griglia antiffusione.

I radiogrammi ottenuti devono essere ad elevato contrasto elevati mAs, bassi kV. In generale, il canale vertebrale osseo deve presentare ampiezza uniforme e profili regolari; le vertebre adiacenti devono essere allineate e presentare uguale grandezza, forma, densità; gli spazi vertebrali adiacenti devono essere di uguale ampiezza. Per tutte le valutazioni comparative bisogna considerare le vertebre e gli spazi tre alla volta: la vertebra o lo spazio che ci interessa, comparato con quelli posti subito cranialmente e subito caudalmente.

Come è possibile intuire dalle immagini fig. Vertebre soprannumerarie o sottonumerarie rare Vertebre di transizione. Normalmente essi sono radiotrasparenti, di ampiezza e forma uguali rispetto a quelli posti subito cranialmente e caudalmente. Ogni scostamento da questa condizione è da considerare patologico. Riduzione dell'ampiezza: discopatia. Le tecniche contrastografiche servono a visualizzare il midollo spinale o la cauda equina.

Altre tecniche proposte in passato, la discografia e la venografia intraossea, sono attualmente cadute in disuso. Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie Radiologia Veterinaria, la scarsa accessibilità alle tecniche avanzate in particolare la RMrende tuttora necessario il ricorso a queste tecniche.

La recente difusione della TC ha, in parte, ridotto la loro importanza. Nella mielografia il mdc iodato, idrosolubile, non ionico viene introdotto nello spazio sub-aracnoideo, a livello della cisterna magna mielografia discendente o a livello lombare trans-midollare mielografia ascendente.

Sebbene i mdc attualmente utilizzati siano relativamente sicuri, essi possono avere degli effetti tossici immediati aumento pressione arteriosa, apnea, fascicolazioni muscolari, arresto cardiaco, opistotono, convulsioni, shock anafilattico o tardivi aracnoidite adesiva.

La mielografia discendente viene effettuata introducendo il mdc nella cisterna magna. Il liquido non va aspirato! La mielografia ascendente si effettua introducendo il mdc nello spazio subaracnoideo a livello di L5-L6 o L4-L5. Nei soggetti di piccola taglia, spesso, non si ha la fuoriuscita del liquor e, pertanto, è necessario eseguire un piccolo inoculo test seguito da una ripresa radiografica.

Normalmente, il contrasto, distribuendosi intorno al midollo spinale, appare come due linee colonne parallele fra loro e di spessore uniforme. Qualsiasi differenza rispetto al pattern precedentemente descritto è da considerare patologica. La mielografia permette di visualizzare le lesioni compressive del midollo spinale.

Tali compressioni possono essere extra-durali, intra-durali extra-midollari, intra-midollari. Ognuna di queste compressioni ha, almeno in una delle proiezioni, un pattern caratteristico. La compressione intra-midollare presenta in ambedue le proiezioni un assottigliamento delle colonne di contrasto associato al loro reciproco allontanamento.

Quando si indaga su problemi localizzati Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie livello del rachide cervicale, della giunzione cervico-toracica o lombo sacrale, possono Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie presenti delle instabilità che accentuano o riducono la compressione a seconda della posizione del rachide.

Le Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie aggiuntive ottenute con queste proiezioni sono utili per la programmazione della terapia. Compressione extra-durale: ipertrofia del leg. La compressione peggiora in estensione. Unica eccezione di lesione non compressiva visibile mielograficamente, è la malacia del midollo: il mezzo di contrasto passa dallo spazio subaracnoideo e si accumula nelle lacune lasciate dal midollo malacico.

La TC è utile sia per la valutazione delle lesioni che coinvolgono lo scheletro sia per la valutazione delle patologie discali. Inoltre, la TC permette una visualizzazione diretta del midollo spinale. Aspetto TC di L3: con la finestra per tessuti molli si evidenzia il midollo e le radici. Alla fine di questo corso, sento sia necessario fare dei ringraziamenti e una raccomandazione. Un altro sentito ringraziamento va a tutti i componenti dello staff di Federica, per la loro disponibilità e senza i quali queste lezioni non sarebbero mai state fruibili in rete.

Spero, infine, che per la maggior parte degli studenti il corso sia stato sufficientemente chiaro e interessante. Introduzione alla Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie Veterinaria.

Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie X, Radiografia, Radioscopia. Interazioni raggi X - materia, opacità radiografiche, densità Il problema della radiazione diffusa. Pellicola-schermi Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie cassetta radiografica, sviluppo e fissaggio Apparecchi radiografici, Intensificatore di brillanza, supporti Mezzi di contrasto. Radiologia Digitale.

Radiobiologia e Radioprotezione. Ultrasuoni ed ecografia: principi fisici e formazione delle imm Ultrasuoni ed ecografia: Sonde ed apparecchi ecografici, semiol Ultrasuoni ed ecografia: Principi di eco-Doppler. Ultrasuoni ed ecografia: Artefatti ecografici. Tomografia Computerizzata: principi fisici e formazione delle i Tomografia Computerizzata: apparecchiature, tecniche di studio, Risonanza Magnetica: principi fisici, formazione delle immagini Medicina Nucleare: principi fisici, tecniche, indicazioni clini Diagnostica per Immagini dell'addome nei piccoli animali.

Diagnostica per Immagini del torace nei piccoli animali. Diagnostica per Immagini dell'apparato locomotore dei piccoli a Diagnostica per Immagini del cranio e del rachide nei piccoli a Proiezioni cranio e rachide. Federica EU. Installa flash player. Diagnostica per Immagini del cranio e del rachide nei piccoli animali.

Introduzione Il cranio e la colonna vertebrale fanno parte dello scheletro assiale. Questa distinzione anatomica è utile anche ai fini dei percorsi diagnostici da intraprendere. Neurocranio e splancnocranio. Percorsi diagnostici: neurocranio Algoritmo di Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie del rachide. Percorsi diagnostici: splancnocranio Algoritmo per lo studio dello splancnocranio.

Cranio proiezione LL: è evidente la frattura di un ramo della mandibola freccia. Esame radiografico del cranio Le lesioni scheletriche possono essere valutate adottando gli stessi criteri descritti per le lesioni dello scheletro appendicolare fratture, osteolisi, osteproliferazione, ecc. Osteosarcoma della mandibola: A osteolisi; B osteoproliferazione frecce. Opacizzazione delle cavità nasali e del seno frontale di sn in caso di carcinoma.

Aspetto TC delle cavità nasali e paranasali, normali e affette da carcinoma. Colesteatoma orecchio medio sn: lisi della bolla freccia. Esame della mandibola La mandibola Descrizione del rachide cervicale nelle radiografie frequentemente interessata da lesioni traumatiche.

Lussazione rostrale del condilo mandibolare dx freccia.