In rilievo su un giunto pugno

ITALIAN ARTIST - QUADRI IN RILIEVO

I metodi tradizionali di trattamento della malattia degenerativa del disco della colonna cervicale

To browse Academia. Skip to main content. You're using an out-of-date version of Internet Explorer. Log In Sign Up. Un rilievo figurato di età tardo-repubblicana da In rilievo su un giunto pugno sepolcro dell'Appia antica, in Archeologia Classica 68,pp. Annarena Ambrogi. A proposito di N. Badoud, Le temps de Rhodes. Alcuni dati dal territorio vulcente Espaces et pratiques cultuelles P.

The archaeo- logy of the north-eastern Peloponnese: current concepts and new directions L. È in calcare molto compatto, conchiglifero2 ed è alta cmlunga cm 71 e spessa cm 26 circa. Non si hanno notizie sul rinvenimento, ma il luogo di conservazione lascia suppor- re che la lastra provenga dalla via Appia. Lo spigolo posteriore del fianco destro è rotto inferiormente. I nasi di entrambi i personaggi sono spezzati; scheggiata anche la mandibola e la bocca del personaggio minore Figg.

Una patina di colore bruno è presente sul piano di fondo, in particolare negli incavi intorno alle teste e nella tabella epigrafica. I fianchi e il piano superiore corrispondono ai lati originali della lastra Figg. Leone, Licordaripp. Roma, Museo della via Appia. Rilievo figurato foto autore. Il retro Fig. Ne consegue che il fregio in origine fosse composto da più blocchi: almeno tre lastre in lunghezza e due in altezza.

Si hanno testimonianze, sebbene rare, di fregi funerari su più assise, come ad esempio il rilievo In rilievo su un giunto pugno scene gladiatorie del monumento sepolcrale di Fiano Romano5, su cui poi ritorneremo. Particolari espedienti 5 Vedi infra a nota Sul piano superiore i resti della grappa di piombo, i tre incavi e la sgrossatura a subbia rivelano che il fregio doveva essere completato al di sopra da un blocco di marmo, pertinente verosimilmente alla cornice modanata6.

Il giovane indossa una tunica con rade pieghe appiattite, maniche corte e scollo a V, e un mantello più riccamente drappeggiato, che copre comple- tamente il braccio sinistro, lasciando libero quello destro con la spalla corrispondente; il lembo riportato sulla spalla sinistra attraversa diagonalmente il In rilievo su un giunto pugno, formando un rotolo di pieghe, mentre sul pube la stoffa forma un corposo piegone triangolare.

Il giovane ha la gamba sinistra portante e la destra avanzata e scartata di lato; la testa è di profilo e il corpo di prospetto, ma con la spalla destra ruotata in avanti In rilievo su un giunto pugno il braccio proteso verso una terza figura, che doveva trovarsi nella lastra successiva, di cui si conserva la mano destra stretta dal giovane. Buccinodatato tra la metà del II sec. Rilievo figurato, particolare della testa di adulto foto autore.

Rilievo figurato, particolare della testa di giovane foto autore. In entrambe le teste gli occhi sembrano piuttosto grandi, molto incassati nelle orbite, In rilievo su un giunto pugno da sopracciglia che disegnano un arco di cerchio ribassato e piuttosto allungato; la glabella appare larga e piena.

Le masse pilifere In rilievo su un giunto pugno assai corrose e nel personaggio In rilievo su un giunto pugno è andata perduta la nuca. La calotta del personaggio minore Figg. Entrambe le teste sono circondate da una lunetta, incavata a sguscio con i lati brevi ricurvi Figg. Sulle tecniche di assemblaggio e di riparazione in antico delle sculture di marmo: Claridgepp. La presenza di fori per fissare le porzioni restaurate è documentata sulle opere marmoree antiche, greche e romane: citiamo a titolo esemplificativo la testa di Nike dal tempio di Apollo Sosia- no a Roma, opera greca del V sec.

Rilievo figurato, partico- lare della testa di giovane foto autore. Per la forma diversa11 e la distanza cronologica12 non possiamo nemmeno riconoscere in queste lunette nimbi o clipei. Il nimbo in ambito funerario si collega ai concetti di apoteosi e di eroizzazione del In rilievo su un giunto pugno in ambito pubblico si inizia a parlare di apoteosi con Cesare e poi con Ottaviano Coarelli, Abbondanza, Lo Sardopp.

I-IIè testimoniato successivamente come attestano alcuni sudari egiziani dipinti del I sec. Rilievo Fig. Roma, Museo della via Roma, Museo figurato, lato destro e retro foto autore.

Rilievo figurato, lato sinistro foto autore. Al di sopra del giovane è ricavata una tabella epigrafica di piccole dimensioni, incisa in un incasso rettangolare, internamente incorniciato Figg.

I ritratti entro clipeo diventano simbolo di divinizzazione privata in età claudio-neroniana ibid. Rilievo figurato, piano superiore foto autore. Le evidenti In rilievo su un giunto pugno rilevabili sulla superficie del fondo Fig.

Rilievo figurato, particolare foto autore. Alla corrosione della superficie, invece, va certamente attribuito il livellamento dei sottosquadri e degli aggetti e la cancel- lazione delle incisioni più leggere e delle indicazioni superficiali, sebbene obiettivamente si possa constatare che il trattamento dei corpi già in origine doveva risultare poco plastico e piuttosto semplificato con una ridotta ricerca di volumetrie e di effetti chiaroscurali. La lastra in esame raffigura una scena di vita privata in ambito funerario, il cui fulcro è nella stretta di mano tra il giovane, Manius Tettius, accompagnato da un adulto, verosimil- mente il padre, Manius, che gli cinge le spalle, e il personaggio alla In rilievo su un giunto pugno sinistra, di cui rimane solo la mano destra e che doveva essere rappresentato nella lastra adiacente.

Si confronti la complessità e varietà tematica dei rilievi figurati sulla tomba di età tiberiana di Lusius Storax a Chieti: Papini b, pp. A 27 con bibl. Kleiner Kleinerp. Reekmans; Zankerpp. Per Stupperich Stupperich tale gesto si deve interpretare non come rappresentazione del rituale matrimoniale romano contraria anche la Davies: Daviespp.

Mentre nei monumenti greci ed etruschi la stretta di mano è usata più frequentemente per legare figure dello stesso sesso21, nei rilievi sepolcrali romani prevalgano le composizioni con coppie In rilievo su un giunto pugno sesso diverso, raffigurate su rilievi destinati ad essere posti sulla facciata della tomba di famiglia, raramente con figure intere, più frequentemente con busti-ritratto22, e su urne cinerarie e altari funerari Ricordiamo alcuni esempi di dextrarum iunctio tra persone dello stesso sesso o di sesso diverso, ma non marito e moglie: Daviesp.

Vierneisel- Schlörbp. Elisabeth Pemberton Pembertonpp. Già per Friis Johansen Friis Johansen il motivo rappresentava il legame familiare che unisce i vivi con i morti. Il coinvolgimento di più persone si trova in una lekythos attica della fine del V sec. Sulla gestualità nelle stele funerarie attiche di età classica e il grado di intimità espresso da tali gesti: Daviespp.

Ricordiamo a titolo esemplificativo alcune stele di IV sec. Monaco, Gliptoteca. Lekythos attica, Fig. Altare funerario di Grania Faustina da Sinn 16, tav.

Una terza soluzione con simile significato si avrebbe se si supponesse In rilievo su un giunto pugno la figura perduta fosse la madre ancora viva del giovane appena deceduto: in tal caso si tratterebbe di un gesto di commiato, con il defunto al cen- tro accompagnato dai genitori, entrambi vivi, simmetrici e speculari tra di loro. Kleinerp. Il rilievo, opera di artigiani italici immigrati in Gallia, è stato datato tra la metà del I sec. In rilievo su un giunto pugno mantello, che copre la spalla sinistra e scende con In rilievo su un giunto pugno drappeggio lungo il fianco, sembra presentare il tipico fascio di pieghe, il balteus, che scende dalla spalla obliquamente.

Marsiglia, Chiesa di St-Julien-lès-Martigues. Rilievo funerario da In rilievo su un giunto pugnofig. Con le toghe a pallium tardo-repubblicane il mantello della nostra figura ha in comune anche la soluzione line- aristica e schematica del drappeggio che copre pesantemente il corpo con pieghe oblique e parallele, segnando in rari casi la curva del fianco sinistro: confronti stringenti si hanno con statue di togati datate nella prima metà o intorno alla metà del I sec. Più difficile interpretare i tre singolari rigonfiamenti presenti sulla testa dello stesso personaggio, in corrispondenza della mascella, dello zigomo e della sommità del capo.

Da escludere che i due rigonfiamenti sulle guance Figg. Citiamo alcuni esempi, oltre al ritratto bar- bato coniato nel a. Quinctius Flamininus cfr.

Papini a, pp. Cianfaranitav. VI, 7, n. Junkelmann a, pp. Faltblatt I sviluppo tipologico degli elmi romani di tradizione greco-ellenisticaII sviluppo tipologico degli elmi romani di tradi- zione celtico-italicafigg. Wünsche; in particolare sugli elmi indossati dai militari, di cui è difficile riconoscere la specifica tipologia: Stilppp. Utile anche il confronto con gli elmi con paragnatidi indossati dai soldati scolpiti sul fregio con scene di battaglia conservato ai Musei Capitolini, pertinente ad un grande monu- mento funerario ad esedra, attribuito a Publius Ventidius Bassus, databile nel secondo triumvirato a.

Sydowfigg. A 21 con bibl. A 46 con bibl. Museo della Civiltà Romana, inv. A 62 con bibl. Va, comunque, sottolineato che le bozze emergenti sul volto appaiono con i contorni indefiniti e con la superficie irregolare, in particolare quella inferiore, mentre la bozza superiore potrebbe effettivamente corrispondere alla sporgenza dello zigomo.

Nonostante il dilavamento della superficie, è evidente che la mano destra, chiusa a pugno Fig. Il personaggio minore, meglio conservato, indossa sopra la tunica una toga del tipo a pallium, ma del sottotipo A a, cioè con balteus che lascia scoperta la spalla e il brac- 44 Sulla virga: Schäferpp. Coarelli, in Coarelli, Abbondanza, Lo Sardopp. Ronkep. Ricordiamo, comunque, che in alcuni casi eccezionali i fasces sono poggiati sulla spalla destra, anche se in una posizione diversa: cfr.

Liebenfels, pertinente ad una tomba di un alto funzionario urbano di Virunum degli inizi del II sec. Piccottinip. Nel In rilievo su un giunto pugno. Pasticcio Patrizi, conservato al Museo Nazionale Romano ibid.